Il sole e i suoi raggi

I raggi ultravioletti portano sulla terra la luce e il calore del sole. Sono di tre tipi e si chiamano UV-A, UV-B e UV-C. Quando passano per l’atmosfera che avvolge tutta la Terra diventano più deboli. I raggi UV-C, quelli più pericolosi per le persone, gli animali e le piante per fortuna vengono bloccati dall’ozono, un gas che fa parte dell’atmosfera.

In alcuni momenti i raggi possono essere più forti o più deboli: per esempio, le nuvole li ostacolano quando è brutto tempo e li indeboliscono.
In montagna invece sono più forti perché hanno meno aria da attraversare. Durante il giorno tra le 11 e le 3 del pomerggio i raggi arrivano in modo più diretto sulla terra e bruciano di più.

I raggi ultravioletti hanno alcuni effetti benefici e altri negativi. Prima di tutto, i raggi ci rendono un po’ più allegri, perché aiutano l’organismo a produrre delle sostanze chiamate endorfine che ci mettono di buon umore.

Ma l’effetto più benefico dei raggi UV è quello di far produrre vitamina D che serve per assorbire il calcio che poi è la sostanza di cui sono fatte le ossa. Gli effetti nocivi immediati dei raggi UV sono l’arrossamento e le scottature. Ma i raggi possono far male anche dopo tanti anni, causando importanti malattie della pelle.